News

03.11.2008
Il Campionato Nazionale Degustatori non Professionisti: nuova edizione per “Vino e Giovani”

Le Viniadi: sfide tra eno-appassionati Ai campioni in premio un filare di vite

Degustazioni alla “cieca”: selezioni in tutta Italia. Vince chi riconosce i vitigni. Iscrizioni in primavera

Divertenti sfide tra appassionati di vino di tutta Italia, con un calendario di gare, eliminatorie, semifinali e finalissima degno di un’olimpiade. Le “Viniadi”, il Campionato Nazionale Degustatori non Professionisti è organizzato per la terza edizione da Enoteca Italiana (Siena) e Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali nell’ambito del progetto “Vino e giovani” 2008-2009, che prevede convegni degustazioni e momenti di spettacolo in particolare nelle università italiane per sensibilizzare le nuove generazioni (18-30 anni) ad un consumo consapevole e moderato del vino.
La competizione consiste in degustazioni alla “cieca” (le bottiglie sono chiuse dentro sacchetti neri che impediscono di identificare forma ed etichetta) di tre vini, tra rossi e bianchi: passa il turno il concorrente in grado di riconoscere il monovitigno presente nei vini degustati; un’ operazione piuttosto impegnativa.
Ai primi tre classificati assoluti andranno in premio wine experience in fattoria ed inoltre la dedica e l’usufrutto, per un anno, di un filare di vite presso aziende vitivinicole di prestigio. Un filare in usufrutto spetterà anche al finalista più giovane oltre ad una selezione di vini scelti da Enoteca Italiana. Week end enologici e bottiglie sono in palio per i primi classificati delle tre categorie in gara: Junior (18-25 anni), Senior (26-35 anni), Hors d’Age (over 40 e senza limiti di età). Ma è prevista un’ampia gamma di nuovi premi per i vincitori delle “Viniadi”.
Le iscrizioni alla nuova edizione delle “Viniadi”, gratuite, inizieranno nella primavera del 2009 e sono aperte a tutti i cittadini italiani ed ai cittadini stranieri residenti in Italia, tra i 18 e i 40 anni di età (è prevista anche una sezione Hors d’Age, per ultra40enni che però è esclusa dalla corsa alla palma di campione assoluto), a condizione che non siano in possesso di brevetto di sommelier professionista e che non abbiano rapporti diretti di lavoro con il mondo del vino.


Archivio