Vino barricato o “nature”?

La kermesse vinicola più importante del nostro Paese, il Vinitaly, ha appena spento i propri riflettori e noi, reduci da una serie di assaggi, ci siamo resi conto che uno degli argomenti che continua ad infervorare chi in qualche modo è protagonista delle vicende enologiche nazionali rimane l’uso della tecnica della barrique  (termine francese che indica una botte di legno di rovere da 225 litri).
L’affinamento dei vini nelle barriques è una tecnica in uso da una ventina di anni qui in Italia, da molto più tempo in Francia – paese da cui proviene anche quel legno con cui le barriques stesse vengono costruite, considerato di particolare pregio per le caratteristiche che trasmette al vino, il rovere (quercia) del Massiccio Centrale.
Il dibattito però coinvolge anche i consumatori: vino barricato o senza passaggio in legno (“nature”)?
Sembra assodato che la stragrande maggioranza  preferisca i vini barricati (con riferimento particolare ai vini rossi) e questo per il gusto di ritrovarvi determinati sentori quali la vaniglia, il cioccolato, il tabacco, la cannella e altri ancora, dovuti proprio alla tostatura del legno, e comunque profumi complessi e persistenti, uniti a tannini resi “eleganti”. Non dimentichiamo però anche l’altra faccia della medaglia: l’uso smodato del legno finisce per omologare tutti i vini a prescindere dalle uve utilizzate e dal territorio di provenienza.
E voi? Quali sono le vostre preferenze?  Vino barricato o “nature”?

8 Commenti a “Vino barricato o “nature”?”

  1. totta scrive:

    Barriccato, barriccato!

  2. Mattia scrive:

    io preferisco il vino non passato in legno, mi piace la varietà, secondo me le barrique finiscono per omologare i sapori e i profumi!

    • silvana scrive:

      Caro Mattia, condivido con te l’idea del rischio dell’omologazione e direi dell’eccesso. L’altra sera a cena abbiamo aperto una bottiglia di rosso … sembrava di bere vaniglia pura… decisamente terribile!
      Eppure preferisco comunque i rossi affinati in legno e i bianchi “nature”.

  3. valerio scrive:

    Per me meglio i barricati, amo i sapori intensi…

  4. Cecilia scrive:

    barricati!

  5. Giovanna scrive:

    Preferisco i vini nature, gusto più vero secondo me!

  6. Mirco scrive:

    Amo i vini rossi affinati nel legno, chiaramente a patto di evitare gli eccessi, mi piace il loro gusto complesso, però chiaramente non voglio bere un vino che in realtà è estratto di vaniglia o cannella o che altro… Per i bianchi preferisco i naturali…

  7. Sara scrive:

    io voto barricato!

Lascia un Commento