Archivio di giugno 2011

Cinema e Vino, film da sorseggiare

mercoledì, 22 giugno 2011

Ciao ragazzi, facciamo un gioco. Vi proponiamo alcuni vini da abbinare a dei film. Noi abbineremo questi e voi?

Un’ottima annata (2006)
Un uomo d’affari inglese eredita una tenuta con vigneto in Provenza, dove aveva trascorso la sua infanzia. Partito per la Francia con l’intenzione di vendere la proprietà, finirà con il riscoprire i piccoli piaceri della vita e troverà l’amore. Alla sua seconda collaborazione con Russell Crowe (dopo Il Gladiatore, e prima di American Gangster e Robin Hood), il regista Ridley Scott abbandona la pioggia e le atmosfere cupe del suo cinema, per il sole del sud della Francia, capace di fare maturare l’uva e gli uomini.
Da vedere sorseggiando un bicchiere di Château la Canorgue, nella cui tenuta a Bonnieux, nel cuore della Provenza, sono state girate alcune scene del film.

Sideways (2004)
Due vecchi amici, un insegnate di mezza età aspirante scrittore e un attore di soap opera in procinto di sposarsi, partono per un viaggio a base di degustazione di vini nella zona di Santa Ynez Valley, in California. Commedia cult premiata con l’Oscar per la miglior sceneggiatura, ha rivelato il talento di Paul Giamatti (La versione di Barney) e incrementato il turismo nei luoghi in cui è stata girata.
Da vedere sorseggiando un bicchiere di Pinot nero californiano, il vino preferito dal protagonista.

French Kiss (1995)
Un’insegnate americana vola a Parigi per riprendersi il fidanzato che si è messo con un’altra, ma sull’aereo incontra Luc, un irresistibile farabutto, che si serve di lei per trafugare una collana rubata. E’ l’inizio di una vicenda che tra battibecchi ed equivoci condurrà all’inevitabile happy end in una vigna in Provenza, dove l’americana e il francese vivranno per sempre felici e contenti. Classico della commedia sentimentale diretto da Lawrence Kasdan, con “l’America’s sweetheart” per eccellenza degli anni Novanta, Meg Ryan, e Kevin Kline.
Da vedere sorseggiando un bicchiere di Champagne rosè, spumeggiante come questa commedia rosa.

Fandango (1985)
Dopo la consegna dei diplomi, cinque amici danno l’addio al celibato con una festa e un viaggio in auto fino al confine con il Messico per disseppellire un certo Dom. Cult movie generazionale diretto da Kevin Reynolds, e prodotto da Steven Spielberg, che ha rivelato il talento di Kevin Costner.
Da vedere sorseggiando un bicchiere di Dom Pérignon. Se non avete mai visto il film, alla fine capirete perché.

Il vino… attore nel cinema!

martedì, 14 giugno 2011

Dai primi brindisi al tempo del cinema muto alle pellicole più recenti, che esplorano il mondo del vino dal punto di vista dell’economia e del costume. Il vino sullo schermo è stato sempre socializzante, comico, concreto, simbolico, eccessivo, identitario, narrativo, metaforico. Tanti i registi italiani e stranieri che affascinati hanno cercato di raccontare il vino e il suo mondo attraverso la pellicola mettendo in evidenza gli aspetti legati alla percezione sensoriale ma anche quelli legati a un mutato consumo del vino rispetto a una dimensione quotidiana e alimentare, evidente in un Paese come l’Italia, a carattere rurale fino a poco più di mezzo secolo fa, che ne accrescono rilevanza sociale e densità simbolica. In ambito cinematografico si ritrovano quei valori culturali e conviviali che il vino è andato conquistando nel cinema e nella vita quotidiana, per raccontare il viaggio di conoscenza e di piacere che un buon bicchiere ha rappresentato nell’immaginario sociale e cinematografico. E alcuni esempi sono film come.. un’ottima annata, il profumo del mostro selvatico, franch kiss, ecc. Quest’anno Vino e Giovani si dedica al cinema  con il concorso video Reason Wine: idee per bere con gusto! ma ha già anche coinvolto un nuovo ricercatore, del Dipartimento di Scienze della Comunicazione di Siena, per una nuova indagine complementare al concorso video. Anche nelle edizioni precedenti Vino e giovani  si è dimostrato sensibile al mondo cinematografico e lo ha fatto realizzando il Foglio di Bacco n° 3, scaricabile qui in formato ebook. 

Quali altri film sul mondo del vino vi hanno colpito?